Contattaci

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com

Condividi su FacebookCondividi su Google PlusCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn

VISURE PRA ONLINE

IL P.R.A. SUL TUO PC


Il modo più facile e veloce per avere le tue visure al pra per targa e per telaio.

Bastano poche semplici mosse, non più quelle file interminabili alla conservatoria, per ricevere direttamente sulla vostra casella di posta elettronica la visura ipotecaria richiesta.

ATTENZIONE: i veicoli agricoli, i rimorchi di massa inferiore alle 3,5 tonnellate ed i ciclomotori, non essendo iscritti al P.R.A., non sono visionabili; le targhe antecedenti il 1993, potrebbero essere presenti solo negli archivi cartacei del P.R.A. e quindi non visionabili; i veicoli radiati d'ufficio potrebbero essere non visionabili.


VISURA PRA - RICHIESTA PER TARGA

Immettendo il numero di targa di un veicolo, si avranno tutte le informazioni inerenti ad esso alla data della richiesta.

€ 18,00 iva inclusa


VISURA PRA - RICHIESTA PER TELAIO

Immettendo il numero di telaio di un veicolo, si avranno tutte le informazioni inerenti ad esso alla data della richiesta.

€ 18,00 iva inclusa


VISURA PRA - RICHIESTA PER TARGA - STORICA -

Immettendo il numero di targa di un veicolo, si avranno tutte le informazioni inerenti ad esso alla data della richiesta più l'elenco di tutti i precedenti intestatari con specificato il periodo di possesso del veicolo.

€ 28,00 iva inclusa


Il Pubblico registro automobilistico (PRA) in Italia è un registro pubblico istituito con il R.D.L. n. 436 del 15 marzo 1927 e affidato in gestione all'Automobile Club d'Italia.
Con il R.D. del 29 luglio 1927 n. 1814 ne fu approvato il regolamento di attuazione.

Ai sensi dell'art. 2 del R.D. n. 1814/1927, l'archivio del PRA è organizzato secondo una "base reale", secondo cui "ogni autoveicolo viene iscritto nel foglio del PRA che porta il numero progressivo corrispondente a quella della licenza di circolazione". Di conseguenza, tutte le richieste devono essere richieste con riferimento alla targa o telaio del veicolo.

Territorialmente il PRA è organizzato su base provinciale e nel PRA di ogni provincia devono essere iscritti tutti gli autoveicoli dei residenti in quella provincia e sempre nello stesso PRA anche le formalità successive, purché richieste da residenti della stessa provincia. In caso di passaggio di proprietà a favore di un residente di un'altra provincia, si trasferirà la competenza in quest'ultima, dove poi andranno richieste tutte le formalità successive. Il PRA è gestito dall'ACI - Automobile Club d'Italia - Ente Pubblico non Economico.

Nell'art. 815 del codice civile del 1942, viene stabilito che i beni iscritti nei pubblici registri sono soggetti a specifiche disposizioni normative e che solo in mancanza di queste, sono regolati secondo le disposizioni dei beni mobili.

Al PRA devono essere registrati:

  • contratti di compravendita di autoveicoli;

  • diritti di garanzia inerenti agli autoveicoli (ipoteche).

Nell'art. 2684 del codice civile, si conferma per gli autoveicoli il sistema della trascrizione al PRA, in particolare:

  • atti di vendita e comunque tutti i negozi giuridici e i provvedimenti che a qualunque titolo producono effetti sulla proprietà di un veicolo;

  • contratti che riguardano i diritti di usufrutto di un veicolo;

  • domande giudiziali relative agli atti soggetti a trascrizione o che abbiano il fine di impugnare la validità della trascrizione;

  • pignoramento e il sequestro conservativo del veicolo.

L'art.2810 del codice civile inserisce inoltre gli autoveicoli tra i beni mobili su cui è possibile iscrivere l'ipoteca.

Il PRA è anche utilizzato come banca dati per la riscossione delle tasse automobilistiche, il cosiddetto bollo auto.

Con l'art. 10 della legge 8 luglio 2003 n. 172, si è esclusa la registrazione al PRA dei rimorchi aventi massa complessiva inferiore a 3,5 tonnellate.

 

nonsolovisure

Telefono - Fax

0823/1606304 - 0823/1761174

e-mail

geom.dandrea@nonsolovisure.it

P.Iva

03016000618